Papa ricorda le vittime del 9/11

Il Pontefice a S.E. Dolan: “L’attentato è aggravato dalla pretesa di agire in nome di Dio”
Erstellt von Mag. Michael Gurtner am 10. September 2011 um 13:50 Uhr
Papst Benedikt XVI.

New York (kathnews). In occasione del decimo anniversario degli attentati terroristici in America, Sua Santità Benedetto XVI feliciter regnans ha inviato una lettera all’attuale Arcivescovo di New York, Sua Eccellenza Timothy M. Dolan. Il Papa sottolinea, che non esiste nessun motivo che possa giustificare atti terroristici. L’attacco è “aggravato dalla pretesa degli attentatori di agire in nome di Dio”. Nella lettera ricorda sia le tante vite innocenti e le affida “all’infinita misericordia di Dio”, sia il coraggio e la generosità del popolo americano che andava avanti con speranza e fiducia.

Quando il Pontefice visitò l’America nel 2008 si recò anche al Ground Zero, dove recitò la preghiera seguente:

O Dio dell’amore, della compassione e della riconciliazione,
rivolgi il Tuo sguardo su di noi, popolo di molte fedi e tradizioni diverse,
che siamo riuniti oggi in questo luogo,
scenario di incredibile violenza e dolore.

Ti chiediamo nella Tua bontĂ 
di concedere luce e pace eterna
a tutti coloro che sono morti in questo luogo-
i primi eroici soccorritori:
i nostri vigili del fuoco, agenti di polizia,
addetti ai servizi di emergenza e personale della Capitaneria di Porto,
insieme a tutti gli uomini e le donne innocenti,
vittime di questa tragedia
solo perché il loro lavoro e il loro servizio
li ha portati qui l’11 settembre 2001.

Ti chiediamo, nella Tua compassione
di portare la guarigione a coloro
i quali, a causa della loro presenza qui in quel giorno,
soffrono per le lesioni e la malattia.
Guarisci, anche la sofferenza delle famiglie ancora in lutto
e di quanti hanno perso persone care in questa tragedia.
Concedi loro la forza di continuare a vivere con coraggio e speranza.

Ricordiamo anche coloro
che hanno trovato la morte, i feriti e quanti hanno perso i loro cari
in quello stesso giorno al Pentagono e a Shanksville, in Pennsylvania.
I nostri cuori si uniscono ai loro
mentre la nostra preghiera abbraccia il loro dolore e la loro sofferenza.

Dio della pace, porta la Tua pace nel nostro mondo violento:
pace nei cuori di tutti gli uomini e le donne
e pace tra le Nazioni della terra.
Volgi verso il Tuo cammino di amore
coloro che hanno il cuore e la mente
consumati dall’odio.

Dio della comprensione,
sopraffatti dalla dimensione immane di questa tragedia,
cerchiamo la Tua luce e la Tua guida
mentre siamo davanti ad eventi così tremendi.
Concedi a coloro le cui vite sono state risparmiate
di poter vivere in modo che le vite perdute qui
non siano state perdute in vano.

Confortaci e consolaci,
rafforzaci nella speranza
e concedici la saggezza e il coraggio
di lavorare instancabilmente per un mondo
in cui pace e amore autentici regnino
tra le Nazioni e nei cuori di tutti.

Foto: Papst Benedikt XVI. – Bildquelle: David Bohrer, White House

Diese Seite verwendet Cookies, um die Nutzerfreundlichkeit zu verbessern. Mit der weiteren Verwendung stimmen Sie dem zu. Datenschutzerklärung